Realizzazione Siti Web e Servizi di Posizionamento nei Motori di Ricerca

Tipologie di Legno


Tipologie di legno, in commercio vi sono differenti tipologie di prodotti in fatto di legno o imitazione del legno, ed è bene conoscerli per sapere cosa si va ad acquistare. I legni e le imitazioni del legno presenti sul mercato sono differenti per tipologia e qualità: imparate a conoscerli insieme a noi.

Il laminato o fòrmica

Fino a pochi anni fa si parlava di fòrmica, ora va di moda parlare di laminato, ma è sempre la stessa cosa: si tratta di una serie di strati di materiale fibroso (come il sughero) impregnato di specifiche resine indurenti e rivestito nella parte superiore da un foglio decorativo a sua volta verniciato che conferisce al pannello l’aspetto estetico desiderato. Se dovete acquistare un laminato optate per l’HPL, ovvero il laminato ad alta pressione.

Il legno stampato

E’ un pannello che a differenza del laminato non è rivestito da un foglio decorativo che ne determina l’esito estetico, bensì è verniciato e “disegnato” in un certo senso ad imitazione legno, tramite l’uso di un rullo che realizza su di esso l’effetto ottico del legno.

Il legno massello

Il legno massello è legno vero, che viene tagliato in assi e trattato per stabilizzarlo nei confronti dell’umidità.

La carta melaminica

Qui siamo ben lontani dal legno vero, sia per la qualità che per il prezzo. Si tratta di un materiale sintetico molto sottile impregnato di una resina capace di riprodurre un disegno specifico che evoca le venature ed i colori dell’essenza desiderata. Si usa solitamente per rivestire i truciolati, dando vita ai cosiddetti pannelli “nobilitati”.

Il compensato

Si tratta di alcuni strati di legno – nello specifico pioppo o betulla – disposti in modo ortogonale l’uno rispetto all’altro. Il compensato è realizzato con 3-5 pannelli che raggiungono un massimo di 12 millimetri. Oltre questo spessore si usa la dicitura multistrato.

Il pannello truciolare

Il truciolato è un pannello fatto di fibre di legno derivanti da scarti di lavorazione sminuzzate e compattate tra di loro. I pannelli in truciolato vengono rivestiti con fòrmica o altri materiali per ottenere l’effetto legno e sono molto presenti negli arredi a basso prezzo. Nonostante essi vengano trattati con vernici specifiche, si rivelano poco resistenti all’umidità.

MDF o pannello di fibre a media densità

Anche in questo caso si tratta di scarti di lavorazione compattati tramite specifici collanti. A differenza del truciolato, l’MDF si presta a lavorazioni più particolari e ad essere intagliato.

Pannello lamellare

Si tratta di una serie di listelli in legno massello incollati tra loro lungo i bordi; lo spessore e le dimensioni del pannello finale saranno ovviamente maggiori e maggiore sarà la resistenza. Ideale per piani di tavoli o di librerie.

Paniforti o pannelli listellari

Anche in questo caso si tratta di una serie di listelli uniti fra di loro, solo che la qualità è minore ed a livello estetico essi sono ricoperti da due fogli solitamente di pioppo o betulla.

Pannelli impiallacciati

La cosiddetta impiallacciatura della quale si sente spesso parlare è una serie di fogli di legno massello molto sottili ed incollati su pannelli di diversi tipi. Solo la parte superiore del pannello è in poche parole in legno vero. Molto usati per le cucine.

Tamburato

Si tratta di un telaio esterno realizzato in legno di abete o pioppo, riempito all’interno da un materiale generalmente indicato come “Nido d’ape”, in legno non pregiato o addirittura cartone. Sopra questo tipo di telaio vengono incollato due fogli di compensato.

Note legali | Copyright © 1996-2008 Genesi S.r.l. - E-mail info@genesi.it | P.Iva 01680570676